SOLLIEVO

supporto e sostegno alle famiglie

Slider

Questo tipo di ricovero viene erogato in occasioni di scompensi temporanei delle famiglie come ad esempio: malattia del familiare di supporto, ferie del familiare o delle persone addette all’assistenza, chiusura estiva dei servizi di supporto, periodi di stress dei familiari, adeguamento strutturale dell’abitazione. Il ricovero di sollievo è rivolto ai soggetti “più fragili” cioè a persone che per età o affette da malattie croniche o invalidanti, richiedono cure e assistenza specifiche che i familiari molte volte non possono garantire. La finalità è di procrastinare il più possibile il ricovero definitivo in RSA, offrendo la possibilità agli anziani, anche in condizioni di parziale mancanza di autosufficienza, di poter usufruire dei servizi alberghieri di mensa, lavanderia, e servizi di riabilitazione e ricreazione durante la giornata, anche presso il Centro Diurno Integrato che ha sede nei locali della RSA.

Per l’accesso ai posti letto di sollievo ci si deve rivolgere direttamente ai nostri uffici presenti nella Casa di Riposo Gambara Tavelli, compilando una semplice domanda completata dalla documentazione sanitaria e dal resoconto della terapia farmacologica eventualmente in corso. La domanda di ammissione verrà poi protocollata ed inserita nell’apposita lista d’attesa gestita direttamente dalla Fondazione Gambara Tavelli. La documentazione è disposta a giudizio della direzione in relazione a:

– Gravità della situazione sanitaria;
– Gravità della situazione sociale e famigliare;
– Disponibilità dei posti letto alla data di presentazione della domanda e protocollo di presentazione della domanda.

L’inserimento dell’ospite avviene con il suo ingresso in struttura e la presa in carico da parte dell’équipe sociosanitaria.

L’accoglienza è uno dei momenti più importanti ed è il più delicato che vede la partecipazione di tutte le figure responsabili: medico, infermiere, Caposala, fisioterapista, educatore, ASA.

Insieme, nell’ottica dell’intervento interdisciplinare, si elabora il Piano Individuale (P.I.) di assistenza alla cui stesura e realizzazione ogni figura partecipa secondo la propria competenza. 

In questo processo vengono coinvolti anche i famigliari al fine di rendere meno traumatico possibile il distacco dall’ambiente domestico garantendo un’assistenza sanitaria-riabilitativa-sociale di qualità, con protocolli infermieristici, sanitari, riabilitativi, e di animazione seguendo i piani individuali. L’obiettivo è far sentire l’ospite “a casa”, con in più una serie di servizi che garantiscano, sulla base delle sue capacità residue, il raggiungimento della massima autonomia intesa nell’ambito fisico, psichico e sociale.

In caso di dimissione programmata, che avviene sempre per un esplicito desiderio di rientro al domicilio o per avvicinamento ai parenti, viene redatta una relazione di dimissione dove si rende nota la patologia, la terapia ed i bisogni socioassistenziali, nonché i risultati raggiunti nella cognitività, motricità e capacità gestionale, l’eventuale necessità di trattamenti successivi e le informazioni utili al proseguimento del percorso assistenziale. 

La Fondazione Gambara Tavelli, reparto Casa di Riposo del Sollievo, attua sistemi di valutazione intesi al costante monitoraggio della qualità dell’assistenza che viene erogata. Lo scopo è quello di conoscere il livello di soddisfazione degli ospiti e delle loro famiglie per mezzo di questionari che servono proprio a determinare il livello di soddisfazione degli utenti.

FISIOTERAPIA

La fisioterapia nella Fondazione è assicurata dalla presenza di terapisti della riabilitazione e masso fisioterapisti ed è intesa come riattivazione globale, motoria e psicologica che utilizza le capacità presenti e le potenzialità residue dell’anziano. E’ compito dei fisioterapisti riabilitare l’anziano per portarlo al raggiungimento della massima autonomia in un ambiente che facilita la socializzazione.

Gli obiettivi sono:
– 
equilibrio psico-fisico (motorio/psicologico),
– 
raggiungimento della massima autonomia possibile.

Importantissima è l’accoglienza al loro arrivo in struttura, frequenza costante della palestra, attività motoria di gruppo, ascolto del paziente. In palestra si svolgono esercizi sul lettino, deambulazione alle parallele, esercizi di riadattamento posturale, deambulazione in alternanza alla carrozzina, utilizzo del bastone, girello o tripode, cammino con il personale durante i vari spostamenti di andata/ritorno pranzo o ritorno colazione, oppure cammino autonomo.

In palestra accedono anziani che necessitano solo di cure fisiche per un miglioramento del dolore, altri che necessitano di rieducazione costante nel tempo.  L’orario per il servizio di fisioterapia è suddiviso fra pazienti esterni alla struttura ed interni (ospiti) della stessa.

Utenti esterni: dalle ore   8.00 alle ore   9.00 / dalle ore 11.30 alle ore 15.45

Utenti interni: lun – mer – ven. dalle ore 10.00 alle ore 11.30 / mar – gio dalle ore 10.30 alle ore 11.30 

In base all’organizzazione quotidiana del lavoro dei fisioterapisti e masso fisioterapisti nell’orario di apertura del reparto fisioterapia salgono nei reparti per eseguire attività di deambulazione – ginnastica passiva a letto o attività nelle varie palestre di nucleo.

CONTATTI

Contattaci. Siamo a disposizione per qualsiasi informazione.